ConsigliatiLibriRecensioni

Delrai Edizioni presenta l’esordio letterario della scrittrice Stefania Da Forno con il romance Semplice come fare le scelte sbagliate

Semplice come fare le scelte sbagliate è l’esordio letterario di Stefania da Forno, giovane donna che ha scoperto la passione per la scrittura alla soglia dei trent’anni per sperimentare una vita diversa dalla sua. La storia infatti, ambientata a New York, è molto “reale” e per nulla perfetta, fatta di scelte, insoddisfazioni, errori e tormenti, ma anche di forti passioni

Semplice come fare le scelte sbagliate non è la classica storia d’amore, o almeno non è solo l’amore il tema centrale del romanzo. È la storia del percorso di vita alla scoperta di se stessi di due persone comuni, con due lavori tanto rispettabili quanto diversi, un avvocato e un muratore con due vissuti particolari. Mackenzie cresciuta senza un padre e in cerca del principe azzurro, Reeve con un figlio e una ex compagna da riconquistare. Lei disillusa dall’amore e dagli uomini, ai quali non permette di avvicinarsi facilmente; lui ancora apparentemente innamorato della sua ex compagna e madre di suo figlio, vuole tentare di ricostruire la sua famiglia. Entrambi insoddisfatti della propria vita e del proprio lavoro, lei sfoga la sua frustrazione nello shopping compulsivo, lui nel sesso occasionale: Mac e Reeve sono diametralmente opposti, estremamente diversi, ma per alcuni aspetti molti simili. Non sanno di volere qualcosa di diverso per il loro futuro, finché uno non aprirà gli occhi all’altra.

È sì una storia d’amore, ma di un amore in primis per se stessi. I protagonisti sperimenteranno una crescita personale e una nuova consapevolezza di loro stessi: capiranno chi sono davvero e cosa è davvero importante per la loro felicità. Questo libro parla di un amore adulto, di persone adulte, di scelte fatte che non sempre hanno portato alla felicità e di decisioni altrettanto difficili; di personaggi alla ricerca della propria strada, disposti addirittura a reinventare loro stessi per trovarla.

Con uno stile travolgente e incalzante e allo stesso tempo spontaneo, Stefania Da Forno nel suo romanzo trasporta il lettore in una storia realistica e appassionante, fatta di persone normali, di vite imperfette e priva dei soliti cliché caratteristici dei romanzi rosa. Un invito a osare per conquistare la propria felicità, a non lasciarsi andare all’inevitabile, pensando che non ci sia più nulla da fare quando non ci si sente soddisfatti; uno sprone a non accontentarsi, a non arrendersi e anche a sbagliare, pur di essere felici.

Se in principio la stesura del libro è stata come un gioco – ammette l’autrice – andando avanti è diventato un modo per capire quali erano le mie stesse paure e i miei stessi desideri. Come Mac anch’io non ero del tutto soddisfatta, così ho fatto in modo che almeno una delle due potesse trovare la propria felicità. Scrivere è una specie di terapia che mi aiuta a razionalizzare la mia vita. Vedere le mie scelte con occhi distaccati, e vedere come agiscono i personaggi è illuminante. […] Sono una persona alquanto noiosa, con una vita monotona, ed è forse per questo che scrivo: per vivere vite che non potrei mai permettermi.”

A pubblicare il suo primo romanzo è Delrai Edizioni, casa editrice nata alla fine del 2016 grazie all’entusiasmo e alla determinazione di Malia Delrai che, da poco compiuti 30 anni e con una esperienza da autrice alle spalle, ha deciso di fondare la propria casa editrice.

Sito web http://www.delraiedizioni.com

 

Mostra di più

Articoli correlati

Controlla anche

Chiudi
Back to top button
Chiudi

Rilevato Adblock

Per favore considera di supportarci disattivando il tuo ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: