fbpx
Disabilità

Invalidità: nuovo modo per accedere ai benefici

Come attestare in tempo reale lo stato di invalidità e ottenere le agevolazioni previste dalla normativa vigente per gli invalidi civili.

Arriva il Qr code per invalidità, un nuovo modo per accedere alle agevolazioni a favore dei disabili. Il nuovo servizio, istituito dall’Inps, offre all’invalido una modalità semplice e veloce per attestare le proprie condizioni per richiedere i benefici, come le agevolazioni fiscali per determinate spese, o l’accesso a sconti, esenzioni, accessi preferenziali e servizi di assistenza

La legge, difatti, riconosce numerosi aiuti agli invalidi civili che si trovano in stato di bisogno, cioè a coloro la cui capacità lavorativa risulta ridotta a causa di un’infermità o di una menomazione: in particolare, chi è riconosciuto invalido civile a seguito degli appositi accertamenti sanitari Asl- Inps può avere diritto a sussidi ed agevolazioni, sia lavorative che fiscali, previdenziali ed economiche.

Come funziona il Qr code dell’invalidità civile? Per ottenere il codice è sufficiente utilizzare l’apposito servizio online disponibile sul sito dell’Inps, dopo aver effettuato l’accesso con le proprie credenziali dispositive (Pin Inps, Spid, carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi abilitate).

Il Qr code viene generato in tempo reale ed è immediatamente disponibile in formato Pdf per essere stampato, inviato o salvato sul proprio computer o dispositivo mobile: deve essere esibito in tutte le occasioni in cui si renda necessario per accedere a una delle agevolazioni previste dalla normativa.

Chi eroga il beneficio all’invalido (ad esempio il commerciante, in caso di acquisto agevolato) può verificare lo stato di invalidità in tempo reale scansionando il Qr code tramite un normale lettore, presente ormai in tutti i dispositivi mobili di ultima generazione. Dopo aver inquadrato il codice, il servizio richiede all’operatore l’inserimento del codice fiscale dell’interessato per verificare la corrispondenza dei dati anagrafici. Dopodiché, il servizio controlla lo stato di invalidità del cittadino e fornisce all’operatore un esito di 1° livello: invalido con giudizio superiore o uguale al 34%; minore invalido; titolare di indennità di accompagno; cecità parziale o assoluta; sordità; titolare di handicap non grave o in situazione di gravità ai sensi della legge 104.

Per la concessione di alcune particolari tipologie di agevolazioni, l’operatore potrebbe avere la necessità di conoscere il giudizio sanitario e il grado di invalidità dell’interessato con l’eventuale percentuale: in questo caso il servizio fornisce un esito di 2° livello, più dettagliato.

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: