fbpx
AttualitàDisabilitàEventi

Ad Andria un meeting per integrare i ragazzi con disabilità a scuola

È sempre stato un tema delicato e raramente ha la giusta attenzione e se c’è, si affievolisce in un battibaleno – perché appunto non riguarda a tanti ma ad alcuni – e invece dovrebbe essere considerato a prescindere. Parliamo di ragazzi che soffrono di disabilità fisiche e psichiche e che riscontrano problemi a scuola.

Quanti di noi sono stati a scuola e hanno avuto compagni di classe o di scuola e non si sono immedesimati al loro posto o quello dei genitori? Si immagina che l’abbiamo accennato un po’ tutti, ma in quanti realmente ci hanno pensato o riflettuto su, per capire o percepire il disagio quotidiano che affrontano? A occhio e croce in pochi.

Un’associazione di volontariato di una parrocchia del sud Italia si è interrogata sulla vicenda e ha organizzato in proposito, un meeting per discutere su come integrare a scuola i ragazzi con disabilità. Esattamente dobbiamo scendere in Puglia – ad Andria – l’associazione di volontariato “Camminare Insieme” organizzerà l’evento.

Un evento per dibattere sulla questione che abbiamo introdotto: come integrare gli alunni disabili a scuola, con lo scopo principale di eludere che siano emarginati. Il tutto è stato fissato per giovedì 11 novembre presso la parrocchia “S. Andrea Apostolo” di Andria alle ore 17 e realizzato col Movimento di Volontariato Italiano.

È necessario discutere sui problemi che i genitori di studenti disabili fronteggiano ogni giorno sia in ambito domestico – non immaginiamo nemmeno – e soprattutto in quello scolastico. Su quest’ultimo troppe ancora barriere ci sono e compromettono l’opportunità di includere questi ragazzi e queste ragazze.

In questo modo c’è da chiedersi: dove sono educazione e istruzione? Anche loro vacillano, se ancora non si interviene seriamente per risolvere la questione una volta e per tutte. La pandemia – come quasi su tutto – domina ancora la scena, ma ugualmente bisogna radunarsi e interrogarsi per venirne a capo.

Ecco questo evento di giovedì sarà fondamentale per capire come procedere, come contribuire per migliorare la situazione. È già molto che sia stata organizzato un evento apposta in un contesto piccolo e incentrato su una sola area. Ma non sarebbe malvagio realizzare qualcosa di analogo anche in un contesto più grande.

Alfonso Infantino

Un'eredità che vale una vita
Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: