Sport

La magìa tricolore di mille storie in finale

 Lignano Sabbiadoro dal 19 al 21 novembre il 18° campionato nazionale di ginnastica artistica

Quasi novecento atlete e 48 atleti al Palasport Bella Italia. Da nove regioni in pedana per conquistare un titolo nelle diverse categorie e nei vari attrezzi: corpo libero, trave, volteggio, parallele asimmetriche e minitrampolino. Ci sono anche la sbarra e le parallele pari nel programma maschile. L’augurio del presidente CSI, Vittorio Bosio

Salti tesi, flessi o raggruppati, capovolte, rondate, flik flak, kippe, ruote e verticali. È il momento degli elementi tecnici della ginnastica artistica in casa CSI. A Lignano Sabbiadoro (UD) dal 19 fino al 21 novembre presso il Palazzetto dello Sport del Bella Italia EFA Village va in scena il 18° Campionato nazionale di questa specialità a tinte arancioblu. Dalle pulcine di 6 anni fino alle seniores – con anche alcune partecipazioni di ginnaste master (over 30) e special, ragazze con disabilità – sono 875 le fatine finaliste, che con i 48 maschietti fanno registrare il numero record di partecipanti ad una finale CSI post pandemia: 923. Il migliaio di sportivi, con i loro accompagnatori, provengono da 70 società sportive, di 25 comitati da 9 regioni italiane. La Lombardia arriverà in Friuli con 327 atleti, l’Emilia Romagna con 234, il Trentino Alto Adige – Sud Tirol con 123. Dal Veneto sono 101 le ginnaste che approdano al campionato nazionale. A due cifre il numero delle delegazioni campane, piemontesi, marchigiane, laziali e delle padrone di casa friulane.

Uno sguardo agli ordini di lavoro per trovare che le prime a scendere in pedana venerdì mattina saranno le ginnaste dei programmi Super A, Super B, Top Level, che ruoteranno nell’intera giornata su corpo liberotravevolteggio e parallele asimmetriche e minitrampolino. Sabato sarà la volta invece dei programmi medium, large, su corpo libero trave e volteggio. Sabato 20 novembre in serata è in programma Ginnastica Insieme, con le coreografie delle squadre a corpo libero. Domenica, oltre agli esercizi del maschile, con i ginnasti impegnati nel corpo libero, volteggio trampolino, sbarra e parallele simmetriche, le squadre concluderanno gli esercizi della finale impegnandosi nel programma small. Immancabile, dopo il recente successo avuto a Capriolo dalle colleghe della ritmica, l’incoraggiamento ai ginnasti finalisti del numero uno del CSI, Vittorio Bosio. Il presidente alla vigilia della manifestazione afferma felice: «È davvero bello e importante per il nostro sport riabbracciarsi e ritrovare tanta passione e tanta socialità in un Palasport, per la gioia delle nostre ginnaste e ginnasti. Nel rispetto dei protocolli e con la speranza che tutto possa svolgersi al meglio, ringrazio le società sportive così fedeli e assidue nel loro impegno, le commissioni tecniche e le giurie presenti. Oltre ai podi e alle medaglie in palio, l’augurio che rivolgo a tutti è di vivere e condividere la magia di queste pedane, che restino impresse in ciascun atleta finalista come esperienza sportiva ma prima ancora di vita».

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: