Viaggi

Louvre Abu Dhabi festeggia il suo primo anno con oltre un milione di visitatori

Dall’apertura, avvenuta lo scorso 11 novembre 2017, il museo ha presentato quattro mostre internazionali, lanciato la prima roadside gallery al mondo e promosso una nuova generazione di leader culturali degli Emirati

L’icona architettonica celebra il suo anniversario con un vivace programma che accoglie le comunità locali e i visitatori di tutto il mondo

Abu Dhabi, 12 novembre 2018: Il Louvre Abu Dhabi ha annunciato di aver accolto oltre un milione di visitatori nel suo primo anno, affermandosi come una delle principali istituzioni culturali sulla scena mondiale.

SE Mohamed Khalifa Al Mubarak, Chairman, Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi), ha dichiarato: “Un anno fa abbiamo annunciato il Louvre Abu Dhabi come il dono di Abu Dhabi al mondo, e oggi siamo orgogliosi di averlo condiviso già con oltre un milione di visitatori. Il Louvre Abu Dhabi è diventato un’icona e una destinazione privilegiata ad Abu Dhabi sia per le nostre comunità locali che per i visitatori della città. La nostra grande collaborazione con i partner francesi e regionali supporta la missione del museo di raccontare storie universali, per cui diciamo grazie a tutti loro. Ma il nostro più grande successo, costruito in 10 anni di lavoro, è l’avvento in una nuova generazione di professionisti dei musei degli Emirati, addestrati ai più alti standard nel settore culturale e leader nel proprio campo.

La visione del Louvre Abu Dhabi è celebrare connessioni interculturali che trascendono geografie e civiltà, per vedere l’umanità sotto una nuova luce. La diversità del pubblico del Louvre Abu Dhabi non riflette solo la società multiculturale di Abu Dhabi, ma illustra anche come il suo obiettivo e la sua narrazione universale, che mirano a creare ponti tra culture e promuovere il dialogo tra le comunità, facciano appello a molti, da esperti appassionati d’ arte a un pubblico più giovane, fino alle famiglie.

I residenti degli Emirati Arabi Uniti hanno rapidamente adottato il museo e ne hanno fatto una meta prediletta per riunirsi con familiari e amici. Rappresentano il 40% del numero totale di visitatori del museo. I cittadini degli Emirati sono tra le prime due nazionalità dei residenti che hanno visitato il museo ed è la prima nazionalità dei visitatori abituali. Il museo ha 5.000 membri per il suo programma di fidelizzazione (Art Club).

Il Louvre Abu Dhabi è diventato anche una calamita mondiale per i visitatori internazionali che rappresentano il 60% delle visite. Il museo sta guidando il turismo verso l’Emirato e i visitatori provengono da tutte le parti del mondo, tra cui il Medio Oriente, Europa e Asia, con Francia, Germania, Cina, Regno Unito, Stati Uniti, India e GCC tra i migliori visitatori. Nel complesso, l’India è la nazionalità prevalente dei visitatori, sia con i turisti indiani che con quelli residenti negli Emirati Arabi Uniti.

Il museo ha ospitato più di 1.000 gite scolastiche, 5.000 visite guidate, workshop e masterclass e programmato 115 eventi speciali dalle esibizioni di Bait Al Oud fino a conferenze, proiezioni di film e concerti con più di 400 artisti provenienti da 22 Paesi tra cui tra cui il concerto della pop star britannica Dua Lipa per celebrare il suo anniversario. Il Manga Lab, uno spazio speciale per sperimentare la cultura giapponese contemporanea, ha avuto grande successo tra adolescenti e giovani adulti e resterà aperto fino al 5 gennaio 2019.

Il 47% dei membri dello staff del museo sono emiratini e un folto gruppo di eminenti e talentuosi curatori locali sta lavorando alla collezione e nelle gallerie permanenti, così come nei team di educazione e mediazione.

Manuel Rabaté, Direttore del Louvre Abu Dhabi, ha dichiarato: “Fin dall’inizio, questo progetto ha incarnato la visione coraggiosa di Abu Dhabi e ci siamo sforzati di offrire esperienze che celebrassero la creatività umana nelle nostre gallerie e nei nostri programmi. Non solo abbiamo il privilegio di raccogliere dei tali tesori sotto la nostra iconica cupola sull’isola di Saadiyat, ma siamo anche felici che quest’anno così tanti visitatori siano venuti a scoprire la nostra narrativa universale. Da un lato, abbiamo accesso ad alcune delle collezioni più incredibili e beneficiamo della collaborazione con alcuni degli esperti museali più qualificati al mondo. Dall’altro, essere un giovane museo in questa regione ci autorizza a essere sperimentali e ci incoraggia ad essere agili per attrarre un pubblico incredibilmente vario. Prima dell’inaugurazione, ci è stato spesso chiesto se ci fosse appetito per i musei ad Abu Dhabi e la sorprendente risposta che abbiamo avuto nel nostro primo anno sta dimostrando che c’è. Non vediamo l’ora di accogliere molti altri visitatori nei promettenti anni a venire.”

Dalla sua apertura, l’11 novembre 2017, in collaborazione con i partner museali francesi e nell’ambito della sua prima stagione“A World of Exchanges”, il Louvre Abu Dhabi ha presentato quattro mostre internazionali: From One Louvre to Another: Opening a museum for Everyone, Globes: Visions of the World, Japanese Connections: The Birth of Modern Décor, e Roads of Arabia: Archaeological Treasures of Saudi Arabia, così come CO-LAB, un’esibizione che mostra nuove commissioni di artisti con sede negli Emirati Arabi Uniti in collaborazione con produttori francesi. Il museo ha anche presentato mostre per famiglie nel suo Museo dei Bambini, Traveling Shapes and Colours e la mostra recentemente lanciata Animals: Between Real and Imaginary.

Quest’autunno, il Louvre Abu Dhabi ha presentato 11 nuove acquisizioni di livello mondiale nelle sue gallerie permanenti, oltre a nuovi importanti prestiti da 13 istituzioni partner francesi e musei regionali e internazionali. Come parte della prima rotazione dei prestiti su larga scala di quest’anno, e in collaborazione con i partner museali francesi, il museo ha curato un importante rinnovamento delle sue gallerie d’arte moderna e contemporanea, aggiornato le sue esposizioni e presentato circa 40 nuovi incredibili capolavori per tutti i visitatori da scoprire ed esplorare nel prossimo anno. Alcuni prestiti importanti, tra cui La Belle Ferronnière di Leonardo da Vinci del Musée du Louvre e il Ritratto della Madre dell’Artista di Whistler dal Musée d’Orsay rimarranno ad Abu Dhabi per un altro anno, per un totale di 300 prestiti esposti.

Jean-Luc Martinez, Presidente-Direttore del Musée du Louvre, e Presidente dello Scientific Council di Agence France-Muséums ha dichiarato: “Un anno fa, il Louvre Abu Dhabi, che alcuni hanno descritto come il museo più bello del mondo, ha aperto. Oggi, rendo omaggio a un successo innegabile: il museo attira e affascina il pubblico. L’eccezionale collaborazione tra i partner museali francesi e i nostri colleghi negli Emirati Arabi Uniti è al centro di questo successo, non solo grazie alla qualità dei 300 prestiti esposti accanto a una già ricca collezione proveniente dagli Emirati, ma anche grazie alla qualità delle esposizioni internazionali organizzate successivamente in collaborazione con i musei francesi. Più che mai la nostra collaborazione continua, e invito coloro che non abbiano ancora visitato il Louvre Abu Dhabi a venire a sperimentare la bellezza della sua architettura eccezionale, ad ammirare i prestiti francesi, recentemente installati per il secondo anno, ad esplorare le nuove acquisizioni e scoprire le mostre che i nostri team curano insieme.”

Nel febbraio 2018, Louvre Abu Dhabi ha lanciato con successo la pluripremiata Highway Gallery, la prima roadside gallery al mondo, che ha coperto 100 km dell’autostrada Dubai-Abu Dhabi, e invitava i pendolari e i visitatori a sintonizzarsi sulle stazioni radio locali per ascoltare la presentazione di un curatore su ogni opera visualizzata su cartelloni.

Durante il suo anniversario, il Louvre Abu Dhabi ospita un simposio di due giorni, Worlds in a Museum, in collaborazione con École du Louvre, affrontando il tema dei musei in un mondo globalizzato. Il simposio riunisce i leader del settore per discutere la museografia contemporanea, nonché le sfide e le opportunità per i musei in un nuovo mondo globalizzato. Il simposio esplora il DNA del Louvre Abu Dhabi come il primo museo universale nel mondo arabo e nuovo membro della comunità museale internazionale. Tra i relatori ci sono SE Shaikha Mai Bint Mohamed Al Khalifa, Ministro della Cultura in Bahrain; SE Mohamed Khalifa Al Mubarak, Presidente del Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi; Jean-Luc Martinez, Presidente-Direttore del Musée del Louvre; Henry Kim, CEO di Aga Khan Museum; François-René Martin, capo del gruppo di ricerca all’École du Louvre; Hartwig Fischer, Direttore del British Museum; e James Cuno, Presidente e CEO di J. Paul Getty Trust.

Quest’inverno, i visitatori sono invitati a partecipare al Rain of Light Festival (11-15 dicembre 2018), un festival di arti performative che celebra la prima stagione del Louvre Abu Dhabi, A World of Exchanges. L’anno prossimo verranno presentate due mostre internazionali di punta: Rembrandt and the Dutch Golden Age: Masterpieces of the Leiden Collection and the Musée du Louvre (14 febbraio – 18 maggio 2019) e lo spettacolo fotografico Opening the Album of the World, Photographs 1842-1896, in collaborazione con il Musée du quai Branly – Jacques Chirac (25 aprile – 13 luglio 2019).

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Controlla anche

Chiudi
Back to top button
Chiudi

Rilevato Adblock

Per favore considera di supportarci disattivando il tuo ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: