Eventi

Nella Giornata mondiale dei Diritti Umani:

L’appuntamento conclusivo della prima stagione di “Fuori Campo - Incontri per conoscere”,

Nuovo palinsesto culturale di Croce Rossa per la città di Milano.
Protagonista dell’ultima serata il grande tema dei DIRITTI, con un focus sul senso e sul valore dell’informazione. Tra gli ospiti speciali: Giulio Cavalli (attore, scrittore, regista teatrale e politico), David Puente (giornalista specializzato in fake news), Stefano Moriggi (storico e filosofo della scienza), Khadija Taufiq (studentessa e mentor della community di Wayouth), Francesca De Vittor (docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Federico Borella (fotoreporter).

In collaborazione con il giornalista e conduttore Giampaolo Musumeci, Croce Rossa Milano porta sul palco i grandi temi dell’attualità internazionale raccontati dalla voce diretta dei protagonisti con tre puntate speciali di “Nessun luogo è lontano” live (Radio24). Confini, Città e Diritti al centro delle tre serate in programma.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con registrazione su Eventbrite: fuoricampo.link/diritti

BASE Milano, Via Bergognone 34

Da “Fuori Campo – Incontri per conoscere” del 05/11/2018 – BASE Milano
Dopo il tutto esaurito delle prime due serate, lunedì 10 dicembre alle ore 19.30, nella Giornata mondiale dei diritti umani, torna “Fuori Campo”, il format culturale realizzato da Croce Rossa Milano, con l’ultimo appuntamento della prima stagione dedicato proprio ai Diritti. Anche questo evento in programma a BASE Milano, gratuito e su registrazione, è patrocinato dal Comune di Milano e realizzato in collaborazione con il giornalista, film-maker e conduttore radiofonico Giampaolo Musumeci.

“Fuori Campo”, il contenitore di eventi culturali di Croce Rossa Milano, vuole essere uno sguardo oltre confine per acquisire nuove conoscenze, una lente per comprendere meglio il territorio in cui viviamo, le sue criticità e i suoi bisogni. Tante le domande e gli argomenti che verranno trattati, e declinati in modo inaspettato, anche nell’appuntamento conclusivo di lunedì 10 dicembre dedicato ai Diritti: quelli più spesso sotto i riflettori, ma anche quelli che diamo per scontati, quelli “laterali” e meno acclamati. Cos’è un diritto e come si protegge; nell’epoca in cui il diritto alla verità viene spesso compromesso, come possiamo preservarla; come si può lottare per il diritto all’informazione. E ancora, come possono i giovani esprimere la propria opinione sui grandi temi e partecipare a percorsi di sviluppo, quando solitamente l’età non lo permette. Di questo e di altri temi si parlerà proprio in occasione della Giornata mondiale dei Diritti Umani, per ricordarci che abbiamo il diritto di avere diritti, ma anche il dovere di difenderli.

Tra gli ospiti speciali: Giulio Cavalli (attore, scrittore, regista teatrale e politico), David Puente (giornalista specializzato in fake news), Stefano Moriggi (storico e filosofo della scienza), Khadija Taufiq (giovane ambasciatrice della comunità Wayouth), Francesca De Vittor (docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Federico Borella (fotoreporter). La colonna sonora della serata è a cura dei WhyNot, mentre le incursioni letterarie sono affidate all’attrice Margherita Saltamacchia.

ph Giampaolo Musumeci
Da un lato un giornalista, dall’altro il comitato milanese della più grande organizzazione umanitaria al mondo, con lo stesso obiettivo: offrire approfondimenti, punti di vista inediti, momenti di sollecitazione lontani dalla retorica, dagli stereotipi e dalle strumentalizzazioni. È nato così “Nessun luogo è lontano” live, adattamento dal vivo del programma condotto da Giampaolo Musumeci su Radio 24, media partner dell’iniziativa, che racconta i grandi temi di attualità attraverso gli occhi di chi li ha vissuti direttamente, con voci, immagini, musica e tanti ospiti, per offrire al pubblico inusuali chiavi di lettura dei fatti, oltre i “filtri” e i pregiudizi. Informazione, quindi, ma con leggerezza attraverso tre serate, su altrettanti temi importanti – Confini, Città e Diritti – che hanno visto la partecipazione di reporter, fotografi, giornalisti, attori, musicisti, scienziati, accademici e ospiti speciali.

Conduce la serata
GIAMPAOLO MUSUMECI Giornalista, conduttore, autore radiofonico e televisivo, film-maker, ha raccontato i conflitti africani per varie testate internazionali, ha girato documentari e reportage per MTV, Rai, Channel 4 dall’Afghanistan allo Yemen e ha ideato il programma “Nessun luogo è lontano” e “Io sono il cattivo”, in onda su Radio 24. Ha scritto il libro-reportage Confessioni di un trafficante di uomini (Chiarelettere) con Andrea Di Nicola, tradotto in sette paesi nel mondo.

Tra gli ospiti speciali
FEDERICO BORELLA Fotogiornalista con più di 10 anni di esperienza, ha lavorato per molte riviste e agenzie, tra cui Newsweek, Time Managiza, CNN, Days Japan e National Geographic USA. E’ vincitore di diversi premi internazionali. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo “Five degrees”, sull’impatto dei cambiamenti cliamtici sulle persone, e “The enduring life of a quad amputee veteran”, che racconta le storie dei veterani americani.
GIULIO CAVALLI Attore, scrittore, regista teatrale e politico. Nei suoi spettacoli ha affrontato temi di grande rilevanza sociale tra cui la resistenza italiana, i fatti del G8 di Genova, il turismo sessuale infantile. La sua attività principale riguarda la denuncia di collusioni e infiltrazioni mafiose, tema affrontato in diversi spettacoli tra cui Do ut des e RadioMafiopoli, dopo i quali gli è stata assegnata una scorta a causa delle minacce di morte.
FRANCESCA DE VITTOR Docente di “Diritti dell’Uomo” presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha insegnato diritto internazionale, dell’Unione Europea, International Organization Law, tutela internazionale dei diritti dell’uomo e diritto dell’immigrazione. Nei suoi articoli, pubblicati in riviste giuridiche italiane e straniere, si occupa soprattutto di diritti umani, diritto internazionale, dell’immigrazione e d’asilo.
STEFANO MORIGGI Storico e filosofo della scienza si occupa delle relazioni tra scienza, filosofia e società. Svolge attività di ricerca presso l’Università di Milano Bicocca sullo sviluppo di modelli e setting di didattica digitalmente aumentata. Nello stesso ateneo insegna “Teorie e tecniche della comunicazione scientifica in tv”. Ha insegnato a Brescia, Parma, Milano, Bergamo, Göttingen, Londra e alla European School of Molecular Medicine (SEMM).
DAVID PUENTE Dopo gli studi in Scienze e Tecnologie Multimediali presso l’Università di Udine, si specializza in comunicazione online e collabora con la Casaleggio Associati, realizzando e gestendo numerosi siti web, blog e social network per politici e mondo dell’editoria. Attraverso il suo blog e la sua attività giornalistica si occupa di smascherare le fake news, combattere la disinformazione e spiegare i rischi legati alla distorsione delle notizie.
KHADIJA TAUFIQ Nata ad Islamabad (Pakistan), a 2 anni si trasferisce con la famiglia a Teheran (Iran) e a 10 arriva in Italia, a Venezia. Oggi ha 17 anni, frequenta il liceo scientifico e fa parte di Wayouth, una comunità di mentor peer-to-peer che organizza competizioni territoriali, nazionali e internazionali per coinvolgere i giovani e renderli protagonisti delle grandi sfide della nostra società.

Da “Fuori Campo – Incontri per conoscere” del 05/11/2018 – BASE Milano
«L’idea nasce dal rendere fruibili e a portata di mano tematiche anche difficili, con ospiti che raccontano storie vissute in prima persona», afferma Giampaolo Musumeci, giornalista e conduttore dei programmi “Nessun luogo è lontano” e “Io sono il cattivo” trasmessi su Radio 24. «Non sono conferenze, non sono presentazioni… questo “live” è un racconto collettivo di qualità, godibile, approfondito, ritmato e veloce, con un attore, musica dal vivo e proiezione di immagini e video. Sono storie che arrivano da lontano, raccontate da chi le ha vissute da vicino. Non è vero che gli esteri e certi temi non interessino il pubblico, lo dimostra il successo del primo appuntamento».

«Il nostro sguardo sugli accadimenti mondiali e nazionali è sempre “fuori campo”: incontra chi soffre, chi cerca una mano, chi si trova in condizione di fragilità», dichiara Luigi Maraghini Garrone, presidente di Croce Rossa Milano. «È da questo pensiero che siamo partiti per coinvolgere la cittadinanza in conversazioni, momenti di contatto e scambi di pensieri. Per vivere insieme il ‘fuori campo’ abbiamo pensato di proporre al pubblico milanese personaggi ed esperienze che sanno trasferire con immagini, parole, musica e idee un mondo spesso sommerso e poco narrato».

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
Chiudi

Rilevato Adblock

Per favore considera di supportarci disattivando il tuo ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: