fbpx
AttualitàEconomia e scuola

“1,2,3 Respira” di Liquigas: un nuovo contest creativo per contribuire a migliorare la qualità dell’aria

Al via la terza edizione del progetto educational per le scuole primarie inferiori Kit digitali per la continuità del progetto nelle scuole italiane fortemente impattate dal Covid-19

Milano, 16 novembre 2020Liquigas, società leader in Italia nella distribuzione di GPL e GNL, rafforza il proprio impegno a favore dell’educazione delle giovani generazioni attraverso una nuova edizione del proprio progetto didattico “1,2,3… Respira”, il primo percorso educativo focalizzato a creare maggiore conoscenza e consapevolezza sui temi della qualità dell’aria e delle fonti energetiche disponibili, che si arricchisce di un contest creativo.

La nuova edizione conferma l’impegno di Liquigas al fianco delle scuole italiane, fortemente impattate dalla pandemia da Covid-19, grazie a strumenti digitali a disposizione di insegnanti e studenti. Inoltre, Liquigas ha deciso di avviare un contest creativo con una finalità di impatto sociale: invitare i ragazzi a dare il loro contributo a un processo che abbia un effetto positivo sulle comunità di cui fanno parte. Grazie alla collaborazione con partner di eccellenza, Liquigas rielaborerà in chiave artistica uno o più progetti che, stimolati dalle conoscenze acquisite nel percorso didattico, si saranno distinti per creatività.

Donatella Squellerio, Direttore Marketing e Sviluppo di Liquigas, ha dichiarato: “La scuola è un pilastro della nostra società che oggi ha ancora più bisogno di essere supportato per garantire la continuità didattica di fronte alle difficoltà create dal Covid-19. Come Liquigas non abbiamo avuto dubbi nel rinnovare il nostro impegno a contribuire a creare nel Paese una vera cultura della qualità dell’aria e, al tempo stesso, abbiamo voluto rilanciare e il programma con un contest che possa dare maggiore spazio alla creatività delle nuove generazioni.”

Liquigas è da sempre impegnata nella sensibilizzazione dell’importanza della tutela della qualità dell’aria e il diffondersi della pandemia da Covid-19 ha imposto una nuova attenzione sul tema. Sono oramai numerosi gli studi accademico-scientifici che hanno comprovato il ruolo che l’inquinamento atmosferico gioca nell’indebolire la nostra salute. Mal’Aria, l’ultimo report di Legambiente che ha comparato i livelli di smog di 97 città italiane con i parametri elaborati dall’OMS per valutare la qualità dell’aria nel Paese, ha evidenziato che solo il 15% delle aree raggiunge un livello qualitativo sufficiente; le restanti parti d’Italia superano i livelli massimi di emissioni di PM10 e PM2,5. Un quadro che sottolinea la mancanza nell’adozione di misure strutturali al fine di ridurre le emissioni, a tutela dell’ambiente e della salute umana.

Nel corso delle precedenti edizioni, che hanno visto il coinvolgimento di circa 70.000 ragazzi, Liquigas ha raccolto il grande entusiasmo e impegno degli studenti e ha quindi voluto creare nuove opportunità di espressione per essere ascoltati dalle proprie comunità. Quest’anno “1,2,3… Respira” 2020/2021 favorisce un approccio multidisciplinare nel contesto della consueta programmazione scolastica. Gli studenti potranno dare vita, ad esempio, a progetti grafici realizzati con il supporto dell’insegnante di Educazione Artistica, a storie e racconti elaborati con l’insegnante di Italiano, a canzoni create insieme all’insegnante di Educazione Musicale. Forme di espressività più umanistiche, emozionali e creative che andranno ad affiancare e arricchire le nozioni di Scienza e Tecnologia e il nuovo insegnamento di Educazione Civica.

Gli strumenti digitali a disposizione di insegnanti e studenti sono fruibili attraverso il sito dedicato al progetto,123respira.liquigas.it, dove le classi troveranno supporti didattici arricchiti e rinnovati allo scopo di creare momenti di condivisione anche a distanza.

“1,2,3… Respira” è un progetto educational e di sensibilizzazione sui temi dello sviluppo sostenibile e della qualità dell’aria, dedicato agli studenti delle scuole primarie inferiori.  Al termine del loro percorso didattico, gli studenti potranno partecipare a un concorso di idee a tema “Energia e sostenibilità: si può scegliere, si deve scegliere…”, volto a documentare in maniera creativa gli argomenti appresi e la progettualità per il futuro. Le scuole delle classi vincitrici avranno a disposizione buoni spesa per l’acquisto di materiale e strumenti didattici utili ad arricchire l’offerta formativa.

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: