AttualitàSport

Tanto gusto e spettacolo nella festa lombarda

Al Palasport di Capriolo si è concluso il 15º Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica CSI

Centoquattro medaglie nella regione di casa. Bene la Liguria con le farfalle di Savona Albenga. Successi anche per i body piemontesi, emiliani e altotesini. La padrona di casa Capriolese oltre al successo organizzativo conta 20 ginnaste sul podio. Coinvolgente e partecipato il concorso scolastico in parallelo alle gare. La soddisfazione del campione olimpico Cassina, del presidente nazionale CSI Bosio e del numero uno regionale Fasani.

Roma 9 novembre 2021 – La musica e tutti gli attrezzi della ritmica ma soprattutto le 513 atlete in pedana hanno dato spettacolo nel Campionato nazionale di ginnastica ritmica del CSI, disputatosi dal 4 al 7 novembre al Palasport di Capriolo, nel bresciano. Tante emozioni e tanto fascino nei 638 esercizi proposti, sia nell’individuale, sia nel concorso a squadre (72) come nelle coppie (39). Difficoltà, esecuzione e composizione hanno fatto come sempre la differenza in una gara, filata via senza troppe imperfezioni o errori, per merito delle ginnaste, tutte molto giovani (dagli 8 ai 20 anni le concorrenti nei vari livelli e nelle diverse categorie previste in finale), del loro impegno, premiato da un’organizzazione magistrale, curata dalla società ospitante, la Pol. Capriolese e dal CSI Lombardia. Sorride più di tutte la regione ospitante,capace di far salire 104 sue atlete sul podio e di laureare ben 41 campionesse nazionali. È Milano, il comitato più brillante, con 67 medaglie al collo, seguito da Brescia (30) e Lecco (27). Ottimo il bottino ligure con 30 metalli, 14 dorati per i body di Savona-Albenga. Undici le ginnaste piemontesi sul podio, 10 le emiliane sul podio, 8 le altotesine e le toscane, 6 laziali. Nel medagliere societario le padrone di casa della Pol. Capriolese festeggiano 20 medaglie, con 11 campionesse tricolori. Dietro di loro si piazzano le farfalle liguri, quelle dell’Apd Quiliano, 19 volte sul podio, con sette esercizi d’oro, e ancora quelle della Gymnica Loano che tornano in riviera con 7 ori, 2 argenti e 2 bronzi al collo. Ottimo livello tecnico e straordinaria la cura nella realizzazione delle coreografie, ideate con tanta attenzione e dedizione.Nel corso della manifestazione “Plastic Free”, che godeva del Patronato della Regione Lombardia, del Patrocinio della Provincia di Brescia e del Comune di Capriolo, organizzata nel rispetto delle normative vigenti, a premiare le ginnaste sono intervenuti il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio, il presidente regionale, Paolo Fasani, il sindaco di Capriolo, Luigi Vezzoli, e tanti azzurri della ginnastica, da Igor Cassina alle tante ginnaste che hanno vestito in passato il body azzurro, come Sofia Lodi, Alessia Marchetto, Paola Bianchetti, e Romina Laurito, cresciuta nella Capriolese, dove oggi insegna ritmica.a premiare le ginnaste sono intervenuti il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio, il presidente regionale, Paolo Fasani, il sindaco di Capriolo, Luigi Vezzoli, e tanti azzurri della ginnastica, da Igor Cassina alle tante ginnaste che hanno vestito in passato il body azzurro, come Sofia Lodi, Alessia Marchetto, Paola Bianchetti, e Romina Laurito, cresciuta nella Capriolese, dove oggi insegna ritmica.a premiare le ginnaste sono intervenuti il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio, il presidente regionale, Paolo Fasani, il sindaco di Capriolo, Luigi Vezzoli, e tanti azzurri della ginnastica, da Igor Cassina alle tante ginnaste che hanno vestito in passato il body azzurro, come Sofia Lodi, Alessia Marchetto, Paola Bianchetti, e Romina Laurito, cresciuta nella Capriolese, dove oggi insegna ritmica.

Da registrare la coinvolgente iniziativa della società organizzatrice, quella di un concorso scolastico in parallelo per far vivere il campionato nazionale di ritmica agli studenti dell’I.C. “Aldo Moro” della cittadina bresciana ospitante. Disegni a tema sulla ginnastica, i due migliori tra le opere presentate dalle 17 classi coinvolte, che divengono i loghi scelti per le targhe riconoscimento da assegnare alle ginnaste. A turno sugli spalti nella tre giorni di gare gli studenti partecipi ed in veste di giurati di un inedito “talent” che ha visto premiate le giovani farfalle, a loro gusto, senza tener conto delle componenti tecniche. Ed il gusto del campionato è stato infine esteso anche alle medaglie-ricordo, finalmente commestibili e da addentare: quelle dolci, biscottate, e glassate omaggio di una pasticceria locale,a tutte le atlete arrivate a conquistarsi un podio.

Raggiante il presidente nazionale del CSI Vittorio Bosio «Una grande emozione essere qui ai campionati nazionali di ginnastica ritmica e vedere le tribune con il pubblico. La grande soddisfazione è vedere che finalmente lo sport riparte. Siamo rimasti a lungo fermi, ho ancora negli occhi le ginnaste che hanno svuotato i salotti di casa per esibirsi collegate in streaming. Oggi vedere questa presenza e ritrovarci in palestra credo sia una grande suggestione e di questo ringrazio anzitutto chi ci sta accogliendo, la Regione Lombardia, la società locale, e il Comune che ci hanno messo a disposizione le strutture. Un grande grazie poi alle atlete che stanno facendo queste gare perché meritano veramente un applauso e naturalmente ai giudici e a tutti quelli che hanno collaborato affinché la manifestazione arrivasse a questo livello».

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: