AttualitàComunicati StampaDisabilitàEventiGiovaniGiovaniInclusioneRagazziSport

Sardegna, tennistavolo: la parata dei protagonisti

Stagione pongistica in Sardegna 2022 - 2023 consacrata e archiviata in occasione della consegna delle benemerenze.

Sardegna che stavolta non si mette in mostra per i suoi territori da mozzare il fiato, o per il suo patrimonio culturale. Oggi i veri protagonisti sono i piccoli e grandi campioni, supportati da club sempre più strutturati e in sintonia con il progresso tecnico motorio. Di seguito andremo a conoscere coloro che  hanno marchiato indelebilmente la stagione passata in ambito regionale e nazionale nel tennistavolo.

In un’annata dalla storica raccolta di riconoscimenti in Sardegna,  non è stato facile nemmeno per il Comitato sardo della FITeT racchiudere in un solo appuntamento in terra sarda, questa vivace espressione di talenti sportivi. Comprensibile poi il timore di dimenticare qualcuno nel corso della terza maratona premiale consecutiva, reiterata senza alcuna titubanza dal presidente Simone Carrucciu e dal suo affiatatissimo staff.

Come due anni prima, un’ampia rappresentanza dei sodalizi dalle racchette che contano ha affollato gli ospitali spazi all’aperto e al chiuso del Ristorante Charme, lungo la Strada Statale del Gerrei.

Il presidente Simone Carrucciu fa gli onori di casa, in terra sarda

Sul tavolo di presidenza, oltre a Carrucciu, erano presenti il vice presidente Gian Luca Mattana i consiglieri Francesco Maria Zentile, Maurizio Muzzu. Tutti pronti a dare esaurienti risposte ai quesiti posti dai rappresentanti legali presenti. Simone Carrucciu non lesina attestazioni di stima a nessuno, consapevole del grande salto di qualità intrapreso dalle realtà isolane più sensibili al richiamo dell’innovazione, estremamente utile per restare al passo con i pari grado d’oltremare. “È stato bello ripercorrere con gran parte dei protagonisti o le lore società di riferimento – dice – una stagione che nonostante gli acuti imprevedibili mi auguro possa avere immediate repliche. Ringrazio tutti i presenti e anche quelli che per impegni inderogabili non hanno potuto partecipare, comprese le istituzioni che nei confronti del Comitato sardo della FITeT hanno sempre un occhio di riguardo. Ora c’è da rimboccarsi subito le maniche perché da settembre ci dovremo confrontare con nuovi cambiamenti strutturali che implicano massimo impegno e spirito di abnegazione da parte di tutte le figure del nostro mondo pongistico”.

Sardegna orgogliosa della lunga sfilata di benemerenze

L’incontro federale dà il via alla successione di benemerenze. Si assiste quasi come un ripasso generale dei momenti salienti, caratterizzanti da una lunga stagione di manifestazioni e risultati sublimati dal primo successo assoluto continentale in Europe Cup femminile. Con il Quattro Mori Cagliari, rappresentato dal tecnico Stefano Curcio e dal presidente Mario Gabba, sono giunte grandi soddisfazioni.

Un inedito assoluto anche il successo nella TT Intercup da parte del Santa Tecla Nulvi presieduta da Francesco Maria Zentile. Questi si è ritrovato in finale il Tennistavolo Norbello che dal canto suo ha avuto comunque da festeggiare per il suo primo approdo nei play off di serie A1 maschile. Il Quattro Mori riceve un altro omaggio per la promozione in serie A1 femminile, il club dell’Anglona ben due per lo storico approdo in A2 maschile e in serie A1 master. In lizza pure il TT Guspini per il meritato accesso in A2 master.

Di matrice europea il riconoscimento tributato al giovane ottuagenario Efisio Pisano del GS TT Alghero ASD, applaudito pure per le sue performances master nei doppi: bronzo in Oman ai mondiali e oro agli Italiani di Riccione.

I club sardi sanno fare la differenza

A parte le gratificazioni ricevute per ospitalità e organizzazione, la kermesse tenutasi negli impianti sportivi al coperto di Monte Mixi hanno regalato tanti podi ai club di casa. Tre medaglie (un oro e due bronzi) tra doppi e singolari assoluti le conquista l’asseminese in forza al Tennistavolo Sassari John Michael Oyebode. Argento e bronzo nei doppi per Antonino Amato (Marcozzi) e bronzo per Veronica Mosconi (Tennistavolo Norbello).

Vivace anche il medagliere riservato ai 2 a categoria con Valentina Roncallo (MuraveraTT) che raccoglie un oro nel singolo, uno nel doppio misto e bronzo nel femminile assieme alla sua compagna Miriam Carnovale che raggranella pure un bronzo nel singolo e doppio misto. Podio più basso per l’altra muraverinas Nicoletta Criscione nel doppio femminile. Marco Antonio Cappuccio del Tennistavolo Norbello è oro nel singolo e bronzo nel misto. Terzo posto per la sua compagna di scuderia Veronica Mosconi nel doppio femminile. Maxim Kuznetsov (Santa Tecla Nulvi) è bronzo nel doppio, come anche Antonino Amato.

Il duo del Tennistavolo Norbello, Marialucia Di Meo e Ana Brzan è oro nel doppio di 3 a categoria. Ma la campionessa campana è pure terza nel singolo. Come anche Francesca Seu (Muravera TT) nel doppio misto 3 a.

Da Cagliari a Riccione: si assegnando i tricolori di categoria e i master.

Nel primo caso si aggiudicano lo scudetto nel doppio femminile di 4 a categoria il duo del Tennistavolo Sassari formato da Stanislava Burenina e Laura Alba Pinna. Nicola Carboni (Torrellas Capoterra) e Mattia La Gaetana (Tennistavolo Decimomannu) sono bronzei nel doppio 5 a categoria.

Tra le master spicca Elena Rozanova del Tennistavolo Sassari, oro nel doppio misto in comproprietà con Maxim Kuznetsov del Santa Tecla Nulvi. Lei è bronzo nel doppio femminile, mentre il russo guspinese aggiunge altri due bronzi nel singolo e doppio misto.

In A1 femminile master il Tennistavolo Norbello del presidente Simone Carrucciu è vice campione d’Italia e la sua tesserata Ana Brzan ingloba tre bronzi tra singolo e doppi tra cui quello condiviso con la sua compagna di squadra Gohar Atoyan.

Spiccano gli under 11 e 19

Nell’universo giovanile della Sardegna spicca il Muravera TT del presidente Luciano Saiu e della figlia allenatrice Francesca con un terzo posto assoluto nazionale grazie ai titoli italiani nell’under 11 femminile, under 19 femminile, cui si aggiunge l’argento nell’under 21 femminile. Altri riconoscimenti sono andati a Valentina Roncallo, oro nel doppio misto under 21, e argento nel doppio femminile. Campionessa Italiana si è laureata pure la sarrabese Francesca Seu nell’under 15 a cui viene riservato un altro riconoscimento per il terzo posto conseguito nella Coppa delle Regioni. Argento per Nicoletta Criscione (doppio femminile under 19) e due piazzamenti per Miriam Carnovale nel singolo under 19 e nel doppio femminile.

Non scherza neppure il Tennistavolo Sassari presieduto da Marcello Cilloco che rimpingua la sua hall of fame riservata agli under con il titolo tricolore a squadre nell’under 21 e il secondo posto nell’under 11 maschile. John Michael Oyebode è campione italiano under 21 e terzo con il compagno Marco Poma nel doppio maschile e nuovamente terzo nel misto.

Seconda piazza per il doppio maschile under 11 con Nicola Cilloco e Federico Casula. Argento per Laura Alba Pinna (doppio femminile under 15) che arrotonda con un bronzo nel singolo. Riconoscimenti giovanili pure per la Marcozzi del presidente Raffaele Curcio, terza nella competizione a squadre dell’under 21 maschile. Il suo tesserato Daniele Spagnolo viene ricordato per l’oro nel singolo under 17 maschile. Carlo Rossi è oro nel doppio misto under 21, argento nel doppio maschile under 21 col suo compagno Lorenzo Martinalli e bronzo nel singolo under 21.Il TT Guspini del presidente Michele Lai mette in cascina un argento a squadre nell’under 11 femminile.

Sardegna, settore paralimpico: anche qui non mancano le grandi soddisfazioni

Si ritaglia il suo spazio di soddisfazioni. anche il comparto del tennistavolo paralimpico, in Sardegna. Maria Paola Tolu del Tennistavolo Sassari è campionessa nazionale nella categoria esordienti in carrozzina, e poi coglie il bronzo assoluto nel singolo classe 4. Titolo italiano pure per Luca Paganelli (Muraverese) nel singolo classe 7. Il sodalizio sarrabese coordinato da Gian Luca Mattana si mette in luce grazie anche ad Andrea Manis bronzo in classe 8.

Manuela Casu del Tennistavolo Guspini è terza nella classe due. Come anche Romano Monni de La Saetta Quartu, ma nella categoria in piedi (classe 6). Un duo del Tennistavolo Quartu composto da Ivan Gaias e Giovanni Pilia riceve la targa per i bronzi nel singolo esordienti classe 1/5. Nel panorama regionale si festeggiano le compagini che si sono distinte vincendo le diverse categorie. La Muraverese prevale nella C2, Il Tennistavolo Norbello e il Torrellas Capoterra dominano i rispettivi gironi di D1. In serie D2 i riconoscimenti sono stati riservati a La Saetta, Tennistavolo Quartu, Tennistavolo Monserrato e Atletica Serramanna per l’accesso alla categoria superiore. Encomio e ricordino per il TT Carbonia, laureatosi campione sardo master.

La Sardegna ancora una volta mette rende onore ai suoi talenti sportivi, che non smettono di stupire.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
×

Ciao!

Fai clic su uno dei nostri componenti dello staff di seguito per chattare su WhatsApp o inviaci un'e-mail a redazione@ugualmenteabile.it

× Come possiamo aiutarti