AmbienteAttualitàTurismoViaggi

“Paradiso Sud Sardegna”: il primo Travel Podcast sulle bellezze dei Comuni del Sarrabus

Il canale di audio entertainment prodotto da “So Chic!” sbarca sull'app Loquis, prima piattaforma gratuita di Travel Podcasting. Il podcast è ideato da Isabelle e Jean-Paul Tréguer con la collaborazione della giornalista sardo-veneta Damiana Schirru

Le meraviglie paesaggistiche e culturali di Castiadas, Muravera, San Vito, Villaputzu e Villasimius diventano protagoniste di “Paradiso Sud Sardegna”, il primo Travel Podcast dedicato alle bellezze di questi territori che dal 2005 fanno parte dell’Unione dei Comuni del Sarrabus, vasta regione della Sardegna sud-orientale ricca di storia e di una natura dal fascino intatto e misterioso.

Il podcast, disponibile gratuitamente sull’app italiana Loquis, la prima piattaforma al mondo di Travel Podcasting dedicata al “turismo raccontato”, è prodotto da SO CHIC !”, vino rosé sardo DOC, 100% Cannonau di Capo Ferrato creato tra Villasimius e Castiadas, è stato ideato dagli imprenditori francesi Isabelle e Jean- Paul Tréguer. I due imprenditori vivono oggi in pianta stabile nel Sud della Sardegna, terra per la quale hanno avuto un vero e proprio colpo di fulmine, Sardegna tanto da decidere di lasciare per sempre Parigi e il frenetico mondo della pubblicità, per trasferirsi nel 2020 a Villasimius, fondando la cantina Tréguer & Tréguer.

Testi e voce narrante sono della giornalista sardo-veneta Damiana Schirru, nata e cresciuta a Padova ma anche lei trasferita a vivere nel Sud Sardegna a Porto Corallo, frazione sul mare nel Comune di Villaputzu.

Il valore di un luogo – che sia un monumento o un parco – non è solo fisico, ma dipende in larga misura dai racconti, dalle storie, dalle esperienze che vengono condivise su di esso – spiega Bruno Pellegrini, CEO & Founder di Loquis – Con Loquis abbiamo costruito la piattaforma che organizza tutto questo patrimonio di conoscenze ed esperienze e le ripropone al pubblico in maniera semplice e immediata. Una piattaforma che finalmente utilizza il digitale per valorizzare il mondo reale, con il fine ultimo di spingere le persone ad uscire dallo schermo e riscoprire il mondo dove vivono”.

I dati parlano chiaro: sempre più italiani ascoltano i podcasts. Da una recente ricerca di NielsenIQ per Audible, emerge chiaramente il nuovo trend. Quasi un italiano su tre (16,2 milioni) nel corso di quest’anno ha ascoltato almeno una volta un podcast. Parliamo di un milione di connazionali in più rispetto al 2022, con un incremento del +7%. C’è pressoché parità tra uomini e donne. La maggioranza degli ascoltatori sono giovani (al primo posto la fascia 25-34 anni, che supera di poco quella 18-24), ma si segnala un sorprendente balzo in avanti degli over 55: +8% rispetto al 2022. Nel mondo sono circa 460 milioni gli utenti di podcasts nel 2023. In Europa il 30% della popolazione di ogni Paese risulta essere podcaster (ad esempio 17,6 milioni di persone in Francia e 21 milioni nel Regno Unito).

Da appassionati di comunicazione, ma soprattutto da innamorati pazzi di questo territorio – raccontano Isabelle e Jean-Paul Tréguer – siamo rimasti colpiti dalla crescita esponenziale di questa Industry dell’audio entertainment e abbiamo pensato di utilizzare questo suggestivo strumento di comunicazione per raccontare le bellezze del Sud Sardegna, in particolare di quella magnifica zona della Sardegna Sud-Est che va da Cagliari a Muravera, attraversando i paesaggi mozzafiato di Villasimius, Castiadas, Costa Rei, Villaputzu, Porto Corallo e San Vito”.

La Prima Fase del progetto prevede la realizzazione di podcasts di circa 4 minuti ciascuno. Ad oggi il canale “Paradiso Sud Sardegna” è stato inaugurato con la pubblicazione su Loquis delle prime 10 storie, dall’Isola dei Cavoli a quella di Serpentara, dalla Torre di Porto Giunco al Museo del Mare a Villasimius; dall’Ex Colonia Penale Agricola di Castiadas al vitigno Cannonau di Capo Ferrato; dalla spiaggia di Costa Rei al murale di Muravera “Il vecchio che ti guarda” di Stefano Pani; dalla località di Porto Corallo a Villaputzu, alla miniera abbandonata di Monte Narba a San Vito.

“Seguiranno altre storie coinvolgenti – spiega l’autrice e voce narrante Damiana Schirru – Storie che i turisti italiani e stranieri in mobilità nel Sud Sardegna potranno ascoltare comodamente grazie alla realtà aumentata del podcasting o scaricando la App Loquis sul cellulare o accedendo direttamente al sito di Loquis e a quello di So Chic! Un modo originale e divertente per scoprire le bellezze del mondo circostante grazie all’Audio, nuova frontiera della Comunicazione Digitale”.

La Seconda Fase del progetto si chiama “Le Vetrine parlanti” e presenta una serie di podcasts dedicati ad Alberghi, Ristoranti e Produttori di zona che hanno una storia interessante da condividere con i turisti in circolazione nel Sarrabus, poiché questi imprenditori sono in prima linea per rendere il territorio più ricco e accogliente.

 

 

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
×

Ciao!

Fai clic su uno dei nostri componenti dello staff di seguito per chattare su WhatsApp o inviaci un'e-mail a redazione@ugualmenteabile.it

× Come possiamo aiutarti