AccessibilitàDisabilitàGiovaniGiovaniInclusioneNewsSport

Oristano: traguardi e emozioni del nuoto paralimpico

Gli atleti della Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali aprono un capitolo sia per le prestazioni che per lo spirito fiero che hanno trasmesso attraverso le loro imprese

Il nuoto paralimpico ancora una volta emoziona tra entusiasmo, passioni, grinta e duro lavoro. Tante medaglie al recente appuntamento sardo che fanno presagire un futuro sicuramente colmo di soddisfazioni, per questi giovanissimi atleti.

Oristano ospita 100 atleti: in acqua tra tanta passione e allegria

Il nuoto paralimpico della polisportiva campidanese ha raggiunto nuovi traguardi recentemente nelle acque della piscina comunale di Oristano. Gli atleti della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) hanno si sono distinti non solo per le loro entusiasmanti, prestazioni ma anche per lo spirito di orgoglio e fierezza che hanno saputo trasmettere attraverso le loro imprese.

Leandro Piana ha guadagnato l’oro nei 25 stile, seguito da Benedetta Strazzera con due bronzi nei 50 stile e 50 dorso e da Francesco Gentile, che ha conquistato il bronzo nei 50 stile e ha gareggiato anche nei 50 dorso. Anche gli atleti della FINP (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico) Samuel Fanni ed Elena Congiu hanno dimostrato un grande potenziale per il futuro.

L’atmosfera alla piscina era pervasa da un’irrefrenabile allegria, con oltre cento atleti provenienti da tutta l’isola. La perfetta sintonia tra le varie federazioni e l’organizzazione impeccabile sono state evidenti, dimostrando il successo del nuoto in Sardegna.

Il presidente della polisportiva si è congratulato con gli atleti e gli allenatori per le prestazioni confortanti, esprimendo la speranza che questo successo continui a promuovere la coesione e il successo nel futuro. Gli accompagnatori Claudio Secci, Francesco Erriu e Alessandro Medda hanno seguito da vicino gli atleti, riportando emozioni e risultati che promettono un futuro brillante per il nuoto paralimpico in Sardegna.

Il Team degli allenatori : un duro lavoro tra passione e impegno

Francesco Erriu, allenatore di questi meravigliosi sportivi in erba, condivide sentimenti di orgoglio e soddisfazione per i suoi tre atleti, nonostante la grande  fatica della giornata. Tutti e tre hanno dimostrato una grande determinazione e capacità in piscina.

Erriu è particolarmente contento del loro impegno e del loro spirito di miglioramento, sia per il capogruppo che ha riscoperto la passione del nuoto, sia per Francesco e Leandro che si stanno avvicinando a questo mondo per la prima volta. Sicuramente c’è ancora molto da imparare ma ormai è certo che con questo atteggiamento grintoso e battagliero, i ragazzi sicuramente potranno raggiungere risultati sorprendenti in breve tempo.

Alessandro Medda, un altro allenatore in vasca,  elogia i suoi atleti con passione e chiarezza. Descrive Samuele Fanni come un ragazzo adorabile e sorprendentemente maturo nonostante la sua giovane età. Anche se è stata la sua prima gara, ha mostrato impegno e ha già migliorato i suoi tempi registrati durante gli allenamenti.

Medda vede un grande potenziale di crescita per lui, soprattutto tecnicamente. Per Elena Congiu, Medda osserva una grinta e una determinazione eccezionale, nonostante sia stata la sua prima competizione. Ha nuotato con sicurezza e ha ottenuto tempi nettamente migliori rispetto agli allenamenti. La sua voglia di competere la rende una vera agonista.

Non ci resta dunque che seguire i prossimi appuntamenti dei giovani atleti sardi, e non solo, che sapranno emozionare e coinvolgere i loro sostenitori, ancora una volta di più.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
×

Ciao!

Fai clic su uno dei nostri componenti dello staff di seguito per chattare su WhatsApp o inviaci un'e-mail a redazione@ugualmenteabile.it

× Come possiamo aiutarti