Ultim'ora

Thailandia, sì del Parlamento a matrimoni gay: è la prima volta nel sudest asiatico

(Adnkronos) –
La Thailandia si appresta a diventare il primo Paese del Sudest asiatico a legalizzare i matrimoni tra persone dello stesso sesso. E' passata in Senato la legge che garantisce diritti alle coppie a prescindere dal genere. I voti a favore sono stati 130 (su 152 seggi) e quattro quelli contrari. Diciotto gli astenuti. Il testo ora passa a re Maha Vajiralongkorn. Poi la legge entrerà in vigore 120 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. "Oggi celebriamo un altro passo significativo nel percorso della nostra legge sul matrimonio egualitario – ha scritto in un post su X il premier Srettha Thavisin – Continueremo la nostra battaglia per i diritti sociali di tutte le persone a prescindere dal loro status".  La Thailandia "ha compiuto un passo storico per diventare il primo Paese del Sudest asiatico a legalizzare il matrimonio per le coppie Lgbti. Questo momento storico premia il lavoro instancabile di attivisti, organizzazioni della società civile e parlamentari che hanno lottato per questa vittoria", ha commentato Chanatip Tatiyakaroonwong, ricercatore di Amnesty International. E ha avvertito: "C'è ancora molto da fare per garantire piena tutela per la comunità Lgbti nel Paese", che "continua a subire molte forme di violenza e discriminazione". Nel 2019 Taiwan è stata il primo Paese asiatico a riconoscere il matrimonio egualitario. Poi, lo scorso anno, è arrivato il Nepal.  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
×

Ciao!

Fai clic su uno dei nostri componenti dello staff di seguito per chattare su WhatsApp o inviaci un'e-mail a redazione@ugualmenteabile.it

× Come possiamo aiutarti