ArteEventi

ASSOCIAZIONE PALAZZO LOMELLINO DI STRADA NUOVA ONLUS

Apre al pubblico, dall’ 1 novembre 2018 al 6 gennaio 2019, il Salotto del Cavalier Tempesta al Primo Piano Nobile di Palazzo Nicolosio Lomellino a Genova.

Un progetto di valorizzazione degli affreschi attribuiti a Pieter Mulier, riscoperti e restaurati, affiancati a dipinti e disegni paesaggistici della sua Scuola.

Organizzato in collaborazione con i Musei di Strada Nuova, l’evento ha il patrocinio e sostegno di Regione Liguria, Compagnia di San Paolo e Camera di Commercio di Genova

Genova, 31 ottobre 2018 – Apre al pubblico dal 1° novembre 2018 al 6 gennaio 2019 il Salotto del Cavalier Tempesta: un progetto di valorizzazione degli affreschi attribuiti a Pieter Mulier (Haarlem, Olanda 1637 – Milano 1701) nel salotto dell’ala di levante del Primo Piano Nobile di Palazzo Nicolosio Lomellino, uno dei Palazzi dei Rolli più affascinanti di via Garibaldi, a Genova.

Il pubblico avrà la possibilità di scoprire un’area del Palazzo solitamente non accessibile e ammirare le opere emerse dal recupero conservativo realizzato tra i 2009 e il 2011.

Una raffinata decorazione ad affresco raffigurante cinque Paesaggi, racchiusi all’interno di finte cornici dorate impreziosite da motivi a foglia, a imitazione di grandi dipinti su tela inseriti all’interno di illusionistiche quadrature. Una preziosa testimonianza figurativa, unica nell’ambito della pittura di paesaggio del capoluogo ligure nella seconda metà del Seicento.

Attribuita al pennello dell’artista olandese in rapporto con gli affreschi raffiguranti Paesaggi marini da lui realizzati in Palazzo Colonna nel 1665-1667, l’opera dimostra il legame profondo tra il contesto culturale di Roma, dove Mulier visse fino al 1671, e quello genovese.

Grazie alla collaborazione dei Musei di Strada Nuova, agli affreschi di Palazzo Lomellino saranno affiancati alcuni dipinti e disegni delle civiche collezioni, per documentare la fortuna di un nuovo gusto per il paesaggio che, anche grazie al tramite del Tempesta, si affermò a Genova nella seconda metà del Seicento con l’attività di pittori e disegnatori locali tra cui il paesaggista genovese Carlo Antonio Tavella.

Attivo dal 1695 al 1701 nella bottega di Pieter Mulier a Milano, Tavella fu autore di tele dal sapore classicista e di vedute su carta di grande freschezza, oltre che anch’egli di affreschi, di cui rimangono esempi proprio ai Musei di Strada Nuova-Palazzo Rosso.

 L’apertura e la valorizzazione del Salotto del Tempesta consentirà inoltre di scoprire un secondo salotto del Primo Piano Nobile di Palazzo Lomellino.

Qui, tracce di una decorazione “a marmorino”, databile tra la fine del Cinquecento e l’inizio del secolo successivo, furono recuperate in corrispondenza di una parete della sala. Sulla volta i segni zodiacali sono accompagnati dalla rappresentazione, nelle sottostanti lunette, dei dodici mesi dell’anno illustrati attraverso l’attività dell’uomo.

Organizzato dall’Associazione Palazzo Lomellino di Strada Nuova Onlus, in collaborazione con i Musei di Strada Nuova, il progetto è curato da Raffaella Besta e Margherita Priarone (Musei di Strada Nuova) e Gianluca Zanelli (Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola) e vanta il patrocinio e il sostegno di Regione Liguria, Compagnia di San Paolo e Camera di Commercio di Genova.

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Commenta articolo

Chiudi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: