fbpx
AttualitàScuola

Riprende l’università, un primo passo verso la normalità?

La scuola è iniziata da qualche settimana, a breve sarà il turno di molte università, che riapriranno. Il mondo universitario in questi mesi è stato ingiustamente trascurato, come se quasi non esistesse più l’università. Si è data troppa priorità alla scuola, ma non c’è stata la stessa attenzione per l’università.

Nessuno giudica o dubita o minimizza la scuola stessa, ma era anche giusto menzionare l’università: anche lì ci sono studenti, docenti e personale che ci lavora all’interno. Magari gli studenti saranno più grandi, ciò non toglie e non giustifica il fatto che non meritassero di essere considerati.

Erroneamente non si è valutata la situazione a trecentosessanta gradi, ma forse a duecentosettanta, ignorando il restante novanta rappresentato dall’università. Con i contagi che calano, i vaccini che aumentano e con la sempre più concreta possibilità che ci sarà una terza dose, è il caso di iniziare a “normalizzare” il tutto.

Questo non significa che è tutto finito, non significa banalizzare quanto patito finora o dare spazio alla superficialità: aprire tutto come semmai fosse accaduto qualcosa. Anzi, sempre sul chi va là bisogna stare e con estrema attenzione. Ma è anche il momento che contesti come l’università riprendano a tornare come prima.

Magari non ci sarà la stessa affluenza di prima nei corsi, perché verosimilmente c’è chi seguire dal vivo e chi in DAD – didattica a distanza per intenderci – ma è già un passo in avanti, rispetto al nulla visto finora. L’università necessita di essere risaltata quanto la scuola, ha anche lei il diritto di farsi sentire.

La storia del greenpass inizia a rendere ancora più caotica la situazione, più di quanto già lo sia di suo. Non tutti per esempio concordano che si adotti anche all’università, regnerebbe il panico e confonderebbe troppo. Alletta più l’idea del tampone rapido, in un contesto come l’università è più efficace forse del green pass.

Ovviamente sono discorsi di circostanza, essendo tutto in divenire, avremo qualche idea di come si evolverà la situazione in queste settimane. Intanto dalla settimana prossima l’università inizia e questo è già un buon segnale rispetto a quanto si vociferava fino a pochi mesi fa ed è quello che conta di più ora francamente.

Alfonso Infantino

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: