fbpx
AttualitàConsigliatiLibri

Saverio Sam Barbaro – “Le contesse igieniche”

Saverio Sam Barbaro presenta un intrigante romanzo storico, ambientato nel Regno di Napoli nel 1889. Incentrata sulla storia di due sorelle e su un intricato mistero che riguarda una di loro, l’opera offre un affascinante e poco conosciuto spaccato dell’aristocrazia europea della seconda metà dell’Ottocento.

Casa Editrice: Castelvecchi Editore

Collana: Tasti

Genere: Narrativa storica

Pagine: 188

Prezzo: 18,50 €

«Il sole invadeva la stanza costringendola a strizzare gli occhi. Pigramente continuava a stare al letto incerta su cosa fare. Da scrittrice clandestina si era improvvisata investigatrice altrettanto clandestina. Con la differenza che aveva avuto le idee chiare su cosa scrivere ma adesso non sapeva cosa fare per portare avanti le sue indagini».

“Le contesse igieniche” di Saverio Sam Barbaro racconta di un’epoca in cui era difficile, se non impossibile, essere donne indipendenti; lo sa bene la protagonista dell’opera, Carolina, una ragazza di ventidue anni intelligente, colta e audace, che deve fare i conti con una società che impone alle donne di sottomettersi volontariamente all’uomo, e di coltivare solo aspirazioni frivole. Carolina ha una sorella maggiore, Paolina, che è il suo opposto: volubile e conformista, ha sempre sognato un buon matrimonio ed è interessata solo al lusso e ai gioielli. Sposata con il conte Augusto Caianiello, vive una vita agiata ma per farlo deve pagare il prezzo di essere solo un bell’oggetto da esibire. Ci troviamo nel Regno di Napoli nel 1889: sono anni difficili e la crisi economica è sempre più evidente anche tra i ranghi più elevati; in questo contesto sociale in cui dominano i pregiudizi e le superstizioni si staglia Carolina con il suo disperato anelito di libertà, sicuramente in anticipo sui tempi.

Con una scrittura sincera e senza filtri, l’autore ci mostra la verità dietro la patina di perbenismo di quel controverso periodo storico; grande attenzione è riservata alla condizione delle donne, spesso vittime di violenza coniugale, che era purtroppo tollerata dalla collettività. Attraverso lo sguardo di Carolina possiamo osservare da vicino le ingiustizie a cui sono sottoposte le figure femminili ma possiamo anche conoscere il coraggio della protagonista di ribellarsi al suo destino: ella decide di scrivere un romanzo nonostante sia un’occupazione prettamente maschile, studia e si informa, plasmando la sua coscienza sociale e politica e tracciando da sola la propria strada. Ed è proprio la sua intraprendenza a metterla sulle tracce di un mistero che riguarda Paolina: ella ha riportato serie ferite dopo una presunta caduta da cavallo ma Carolina non è affatto convinta della dinamica degli eventi; una vocina dentro di lei le suggerisce che la sorella sia stata vittima della violenza del marito. Tra intrighi, menzogne e incursioni nell’eccentrica vita di corte degli Asburgo, si narra della particolare e poco conosciuta figura delle “contesse igieniche” mentre si seguono le indagini di Carolina, che la conducono alla scoperta di un diario in cui le saranno rivelate verità impensabili e sconvolgenti.

SINOSSI DELL’OPERA. Nel luccicante mondo della mondanità asburgica, nei fiabeschi castelli della principessa Sissi era possibile trovare un particolare genere di dame dal sangue blu. Svolgevano un ruolo singolare, ritenuto fondamentale per la continuità della dinastia: concedersi all’imperatore per tenere sempre viva la sua virilità e assicurare un sufficiente numero di eredi. Venivano chiamate “Contesse igieniche”, e di una di queste figure di donna il romanzo narra la storia.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE. Saverio Sam Barbaro ha vinto nel 2012 il concorso Racconti nella rete. Nel 2020 ha pubblicato il thriller “Al di là delle onde” per Emersioni, poi selezionato per il torneo letterario Robinson.

Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: