fbpx
AttualitàEventiTeatro

AL VIA LA NUOVA STAGIONE FIRMATA DAL CENTRO TEATRALE DA PONTE

Sarà Andrea Pennacchi con “Pojana e i suoi fratelli” a inaugurare la nuova stagione del Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto, che - affidata al Centro teatrale da Ponte - apre i battenti sabato 24 settembre.

Al via la nuova stagione del Teatro da Ponte di Vittorio Veneto (Treviso). La gestione iniziata già a marzo di quest’anno da parte dell’omonimo Centro teatrale ha disegnato una rassegna fatta di spettacoli molto diversi fra loro, capaci di attirare sia gli habitué del teatro, ma pure chi ne è a digiuno.

Si comincia con Andrea Pennacchi (“Pojana e i suoi fratelli”) che il 24 settembre inaugurerà la nuova stagione ospitata al Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto. Un cartellone pensato per essere organico rispetto alla visione del progetto generale: portare a teatro un pubblico giovane (e non solo!), ma anche spingere gli spettatori ad assaporare un po’ di innovazione e di ricerca, ma in modo non troppo brusco.

«Quella che andiamo ad inaugurare è una stagione fatta di grandi classici, taluni riscritti o rivisitati, ma anche di rappresentazioni originali, con forme di teatro che sappiano incuriosire ed avvicinare ogni genere di pubblico, da chi già lo conosce e da chi lo incontra per la prima volta – spiega Federica Girardello, presidente del Centro teatrale Da Ponte – . Per noi, infatti, il teatro è e deve essere popolare: per questo abbiamo disegnato un cartellone, con il giusto intreccio di curiosità, divertimento e …provocazione. Certo siamo ben consapevoli che la provocazione fine a se stessa non fa bene né al teatro né agli scopi che lo stesso teatro si dovrebbe porre: è più interessante e stimolante alzare gradualmente l’asticella, con la sicurezza di trovare sempre un pubblico attento,   desideroso della qualità dei progetti che vogliamo proporre».

La rassegna è divisa in quattro sezioni: Prime, che prevede gli spettacoli più collaudati e legati spesso anche al territorio; Casual, dove le proposte alternative e soprattutto portate avanti dalle compagnie più giovani possono trovare spazio; Class, per ricordarci da dove è partito tutto (e per capire dove stiamo andando); Kids, per regalare ai più piccoli le emozioni e la forza delle storie raccontate dal vivo.

Agli appuntamenti con il teatro si aggiungeranno eventi speciali dedicati alla musica e alla danza, oltre agli spettacoli dedicati a studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado con cui il Centro collabora.

«Seguo con attenzione ed ammirazione l’attività del Centro teatrale a cui è stata affidata la gestione del teatro della città – dichiara l’assessore alla Cultura, Antonella Uliana – . E’ stata realizzata una rassegna capace di spaziare in vari generi e che riesce a rivolgersi a  diverse tipologie di pubblico. In aggiunta, gli spettacoli proposti sono in grado di attrarre non solo l’intera Vittorio Veneto, ma anche appassionati (e non) provenienti da zone vicine, contribuendo a far conoscere il patrimonio culturale che la nostra realtà è in grado di offrire».  

Radicato ormai nel territorio, il Centro può vantare diversi partner culturali tra cui il Comune di Vittorio Veneto che dal 2020 supporta il Festival delle 9arti, il Festival Biblico e il Festival Operaestate di Bassano del Grappa, con cui ha stretto una collaborazione per la co-produzione di uno spettacolo del 2022.

Da quest’anno, inoltre, grazie all’ammissione del Centro all’interno del F.U.S. (il principale finanziamento pubblico allo spettacolo dal vivo), sarà possibile coinvolgere i cittadini e le aziende del territorio nel sostegno alla mission istituzionale e alla programmazione artistica, potendo offrire i vantaggi fiscali di Art Bonus e ideando specifiche iniziative e modalità di adesione e partecipazione.

Per la programmazione completa e l’acquisto dei biglietti online

>> https://centroteatraledaponte. it/calendario/teatro-da-ponte/

Un'eredità che vale una vita
Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
× Come possiamo aiutarti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: