AmbienteAttualitàComunicazioneGiovaniGiovaniTecnologia

PER IL 30% DEI GIOVANI LA TECNOLOGIA NON SERVE CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Fondazione per la Sostenibilità Digitale e Gruppo EHT lanciano il Premio Tesi “Digital Sustainability Award” per diffondere una maggiore cultura della “sostenibilità digitale”

Sostenibilità e digitalizzazione sono due dei più importanti driver di crescita economica e sociale dei prossimi anni, ma 3 giovani su 10 ancora non ritengono che la tecnologia possa aiutare nella lotta al cambiamento climatico.

“Secondo i dati dell’Osservatorio della Fondazione per la Sostenibilità Digitale elaborati in occasione del lancio del Premio Tesi “Digital Sustainability Award” ideato e realizzato dalla Fondazione per la Sostenibilità Digitale insieme al Gruppo EHT, la pandemia e il conflitto ucraino hanno contribuito ad allontanare nei giovani la percezione che sia prioritario sviluppare il rapporto tra tecnologia e sostenibilità. L’80% dei ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 24 anni dichiara che la tecnologia rappresenti una grande opportunità per l’essere umano, ma il 55% degli stessi – a domanda specifica – condivide il fatto che essa sia anche fonte di diseguaglianze, perdita di posti di lavoro, ingiustizia sociale.” – ha dichiarato Stefano Epifani, Presidente della Fondazione per la Sostenibilità Digitale.

Dall’analisi risulta evidente come l’emergenza climatica non sia percepita come tale da più del 27% dei ragazzi tra i 18 ed i 24 anni. Percentuale che scende al 22% nella fascia compresa tra i 25 ed i 30 anni, per tornare al 30% dei trenta-trentacinquenni. I più giovani, quindi, preoccupati per emergenze che stanno avendo forti impatti sulla loro vita quotidiana, sono meno sensibili di quanto si pensi sui temi della sostenibilità e della trasformazione digitale per lo sviluppo sostenibile. Una tendenza preoccupante che ha spinto la Fondazione per la Sostenibilità Digitale, la prima Fondazione di ricerca riconosciuta in Italia dedicata ad approfondire i temi della sostenibilità digitale nei suoi impatti economico, sociale ed ambientale a rinnovare il suo impegno su questo tema lanciando – in partnership con il Gruppo EHT, aggregatore di imprese innovative con oltre 60 aziende in tutta Italia – il “Digital Sustainability Award”, un percorso di student engagement nelle Università italiane realizzato dalla Fondazione per la Sostenibilità Digitale e promosso da EHT, che prevede un roadshow sul territorio ed un premio per le migliori tesi che approfondiscano la relazione tra tecnologia e sostenibilità.

Obiettivo del progetto è quello di promuovere negli studenti universitari che si affacciano al mondo del lavoro la cultura della sostenibilità digitale, consistente nella capacità di guardare alla tecnologia digitale come leva di sviluppo sostenibile e nei criteri di sostenibilità come elementi di indirizzo per lo sviluppo tecnologico, sia per quanto riguarda l’aspetto ambientale che per quelli economico e sociale.

Attraverso il Digital Sustainability Award si intende identificare e costituire la community degli studenti interessati a questo tema, come primo passo per sviluppare progetti di sensibilizzazione su questi argomenti, così da contribuire a formare nei giovani talenti italiani quelle competenze necessarie per affrontare le sfide indirizzate da Horizon 2030.

“Ingaggiare e trattenere nel nostro Paese giovani di talento – afferma Emanuele Spampinato, Presidente del Gruppo EHT – è fondamentale per il futuro di un settore d’eccellenza italiano come quello legato all’innovazione, ma non solo. Con questo progetto che portiamo avanti come partner della Fondazione per la Sostenibilità Digitale il mondo dell’impresa dialoga con quello dell’Università su un tema come la relazione tra tecnologia e sostenibilità che sono e saranno nei prossimi anni le parole chiave di strategie e visioni d’impresa con le quali i ragazzi dovranno confrontarsi”.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Back to top button
×

Ciao!

Fai clic su uno dei nostri componenti dello staff di seguito per chattare su WhatsApp o inviaci un'e-mail a redazione@ugualmenteabile.it

× Come possiamo aiutarti